Tra i profumi e i colori dei campi diVisconta, piccola frazione di Besana Brianza, seguendo il “Sentiero Felice”perdiamoci nella natura, recuperando un contatto diretto con piante e animali.Un rapporto ben noto a chi viveva e lavorava in queste terre e che ancora ogginon hanno perso i gestori del “River’s Horse”, più che un maneggio, un vero eproprio ospedale per gli animali che qui trovano rifugio. La nostra passeggiatasi concluderà presso una risorgiva che alimenta una zona umida, aree un temponumerose che, con flora e fauna caratteristiche, costellavano queste terre.

Il punto di inizio e fine coincidono: pertanto siconsiglia di lasciare l’automobile nel parcheggio libero lungo Via Visconta. Ilperiodo migliore per effettuare il percorso è nel tardo autunno – primoinverno: durante il periodo estivo, infatti, i rovi lungo i sentieri e lecolture nei campi rendono difficile percorrere alcuni passaggi.
In particolare  il tratto lungo la Beverain alcuni momenti dell’anno è di difficoltoso transito: in questi casi siconsiglia semplicemente di costeggiare la vegetazione, camminando a lato delcampo. E’ impossibile utilizzare il passeggino e l’uso della bicicletta è consigliatosolo ad utenti medio esperti a causa del terreno non regolare.

Tra cavalli e risorgive: il Sentiero Felice

Dettagli

lunghezza: 3 Km

difficolta' a piedi: bassa difficoltà

difficolta' in bici: media difficoltà

ideale per: amanti della natura

adatto a : coppie, amici

inizio del percorso: Via Visconta, frazione Naresso, Besana in Brianza

fine del percorso: Via Visconta, frazione Naresso, Besana in Brianza

comuni interessati: Besana in Brianza, Renate

interesse: naturalistico


Punti di Interesse

image-placeholder.jpg

Maneggio River Horses

Il Maneggio River Horses è in realtà una sorta di ospedale per cavalli: gli animali vecchi o malati, impossibilitati a lavorare oppure a gareggiare, possono trovare rifugio e assistenza nei prati della vicina cascina, che conserva ancora le sue caratteristiche rurali
image-placeholder.jpg

Sentiero Felice

Il Sentiero Felice si snoda attraverso i campi costeggiando la vicina Bevera. Il tempo sembra essersi fermato: adesso come nel passato, il paesaggio che da qui si ammira è quello dei campi a cereali, che crescono sulla terra argillosa
image-placeholder.jpg

Ponticello sulla Bevera

La Bevera è un rio dal corso irregolare che, ancora oggi, viene usato per il lavoro nei campi e segna, con il suo fluire un confine fra i campi, le frazioni e addirittura i comuni di Besana in Brianza e Renate
image-placeholder.jpg

Riparo per gli attrezzi con belvedere

L’edera, cresciuta come un vero e proprio albero, si è impossessata di questo antico ricovero che, come molti altri, veniva costruito al limitare dei campi per offrire un ricovero d’emergenza per attrezzi e persone. Da questo punto si gode di un bellissimo panorama: sullo sfondo i Corni, le Grigne e il Resegone , più vicino il profilo del Mausoleo Visconti di Modrone
image-placeholder.jpg

Canneto dei Cariggi

Siamo nella zona dei Cariggi, l’antico lago che qui sorgeva si è prima trasformato in torbiera e poi in terra fertile, oggi è quasi totalmente ‘chiuso’ da un canneto abitato da numerose specie animali. Il nome dialettale viene dal carice, erba tipica della palude, usata per ‘liscare’ le sedie
image-placeholder.jpg

Fontanile tradizionale

In mezzo ai campi si può ancora trovare, dotato di una ormai vecchia copertura contadina, un fontanile: una sorgente di acqua dolce di origine naturale. L’acqua affiora dalla cosiddetta ‘testa’ della risorgiva e si distribuisce nell’asta, una sorta di canale da dove può essere prelevata per irrigare i vicini campi