Una antica via, calpestata prima di noi dai romani che la costruirono, ci conduce indietro nel tempo. Larga quanto basta ad un cavallo, e completamente pedonale, è la strada celtica che ci accompagna fino al bellissimo giardino di Villa Filippini, nobile dimora della famiglia dei Prinetti, che ancora oggi conserva intatto il suo fascino. Un tuffo nel mondo naturale e dell’arte: tra esemplari secolari e specie di prestigio, il nostro percorso ci avvicina anche alle preziose opere dell’artista Aligi Sassu qui conservate.

Il percorso ha inizio in Via Siro a Montesiro: proprio davanti alla chiesa di San Siro si apre una piccola piazza con alcuni posti auto, inoltre ulteriori posteggi sono disponibili nelle vie circostanti. La stazione ferroviaria più vicina è quella di Besana Brianza che dista 1,5 km dalla partenza del percorso, ma solo 300 m dalla sua conclusione, il Parco di Villa Filippini. Consigliamo pertanto a chi dovesse arrivare con il treno di percorrere a ritroso il percorso arrivando da Besana a Montesiro.

La via dimenticata: da Montesiro a Besana Brianza per la “Busa”

Dettagli

lunghezza: 1,5 Km

difficolta' a piedi: bassa difficoltà

difficolta' in bici: media difficoltà

ideale per: amanti della storia

adatto a : famiglie

inizio del percorso: Montesiro, Chiesa di San Siro

fine del percorso: Parco di Villa Filippini, Besana Brianza

comuni interessati: Besana in Brianza

interesse: storico artistico, naturalistico


Punti di Interesse

image-placeholder.jpg

Chiesa di San Siro a Montesiro

L’anticachiesa dedicata a S. Ambrogio, fu costruita probabilmente tra il 1200 e il1250, aveva due altari uno dedicato a S. Michele e uno a S. Siro, come vieneriportato nel libro "Liber Notitiae Sanctorum Mediolani", del 1266.Tuttavia, nel libro "Liber Seminarii Mediolanensis" del 1564, siafferma che l'antica chiesa di S. Ambrogio fu costituita "Retoria de SantoSiro de Monte" e dedicata a San Siro Vescovo. Lo stesso, che la leggendavuole fermò qui la peste, da’ il nome al paese letteralmente nato dall’unionedi “Montis” collina e “Siro”, il santo.
image-placeholder.jpg

Fortino della “Busa”

Ilfortino sito nell'antica via romana della Busa ha una struttura simile a quelladi un altro edificio situato sempre a Montesiro: il fortino del Bettolino.Entrambi risalenti al 1100 circa, le “case forti” o “fortini” furono costruitedal popolo per difendersi dalle angherie dei nobili, ma nel corso del tempo sitrasformarono, con tutta probabilità, in luoghi di sosta. I viaggiatori chepassano da Montesiro per andare da Milano a Lecco venivano quindi ospitati inquesta struttura che, anche se ormai trasformata in casa privata, conservaancora la caratteristica torre originaria
image-placeholder.jpg

Via della “Busa”

L’anticavia della Busa si snoda dapprima in un bosco ceduo, per poi aprirsi nei campitra Montesiro e Besana Brianza. E’ una delle vie più antiche del territorio,risalente al periodo romano e forse anche celtica, e veniva usata dai militarie dall’elite della Chiesa per raggiungere, da Milano, il cuore della Brianza equindi Como e Lecco. Della lunga stradina, che metteva in collegamento i due castelli di Besana, è giunto fino a noisolo il piccolo tratto in discesa che collega i due paesi.
image-placeholder.jpg

Basilica Romana Minore dei SS. Pietro, Marcellino ed Erasmo

L'originariachiesa di Besana di Sopra risale al 1200, rifatta poi nel 1564. Nel 1782 però,in seguito all’unione delle due curie porzionarie, Besana Superiore e BesanaInferiore, si rende necessario un unico edificio più grande. Nel 1828 hannodunque inizio i lavori, affidati all'architetto Moraglia, conclusi nel 1844 conil rifacimento della facciata esterna. Gli affreschi all’interno, di RaffaeleCasnedi, vennero invece realizzati tra il 1873 e il 1877.
image-placeholder.jpg

Parco di Villa Filippini

VillaFilippini, dal neoclassico impianto ad U, fu costruita tra la fine delSettecento ed i primi anni dell'Ottocento dai nobili Prinetti.  Per viaereditaria la villa passò poi dapprima alla famiglia Miotti e da questa aimilanesi Filippini come residenza durante il periodo estivo ed autunnale. Gliultimi eredi nel 1989 donarono la dimora, oggi Civica Biblioteca, al Comune diBesana e con essa lo splendido parco storico annesso. Digradante lungo ilnaturale pendio a nord, possiede pregevoli esempi di alberi secolari fra cuidiversi cedri, faggi, querce,  platani etigli.

image-placeholder.jpg

Opere di Aligi Sassu

In VillaFilippini Villa ha sede l'associazione Amici dell'Arte di Aligi Sassu,importante artista figurativo del ’900 europeo.  L’edificio è inoltreadibito a mostre e ed esposizioni periodiche, mentre il Parco è arricchito datre statue bronzee dell’artista milanese di origini sarde: “Poseidone dona ilcavallo ad Atena”, “Atena” e “Ciclista”, legate alle tematiche molto del mito edella velocità